Quanto Costa una Separazione Consensuale

L’amore è per sempre, il matrimonio finché dura. Nonostante tutta la tua buona volontà, nonostante ci si metta anima e cuore nel rapporto con l’altro, succede che si arrivi al capolinea.

Lo sa bene Lara, 44 anni, un figlio che adora e un marito dal quale separarsi dopo 23 anni insieme.

“Non posso raccontare di aneddoti violenti, o di episodi forti, semplicemente ci siamo ritrovati a dormire uno accanto all’altra, senza avere più nulla da dirci, due estranei che si conoscevano da sempre”.

 

Cosa fare? Andare avanti facendo finta di nulla avrebbe significato mantenere la “facciata” e una quotidianità difficile da scrollarsi di dosso. Eppure Lara sentiva che non poteva continuare così, non era felice, e non lo era neppure suo marito.

La Testimonianza

“Ricordo bene quel momento in cui mi sono detta: ‘non lo amo più’, lo ricordo come una doccia fredda e improvvisa”, racconta Lara, “Ho pianto per non so quanto tempo, poi ho deciso che dovevo fare qualcosa, non volevo portare avanti una pantomima solo per non far soffrire i nostri genitori e i parenti”.

Come affrontare la verità di una storia che finisce?

Quando ci si trova a fare i conti con una realtà cruda come quella di una separazione, sono mille i nodi da sciogliere. In primis c’è l’accettazione di una verità che non volevamo (chi di noi vorrebbe ammettere mai di essere alla fine di una relazione, soprattutto dopo anni di matrimonio?), quindi il “faccia a faccia” con noi stessi.

Poi il dover trovare le parole per parlarne con il partner, a meno che non si sia arrivati insieme a questo epilogo. Non solo, c’è tutto un mondo a cui dover giustificare la nostra decisione, seppur presa a malincuore: genitori, parenti, amici, datori di lavoro, e soprattutto figli, quando ci sono.

Il Prezzo della Separazione

Fin qui ti ho parlato del disagio intimo, psicologico, al quale segue inevitabilmente un problema pratico a cui dover far fronte: i costi, della separazione.

Quanto costa una separazione consensuale?

Già, oltre ai costi morali, pagati in dispiacere e spesso in lacrime, esiste il problema del costo da affrontare per poterti separare.

Per una separazione consensuale occorrono circa 6mila euro, e minimo 6-7 mesi perché tutto sia risolto: nuova casa, nuovo lavoro se serve.

“In quel periodo ero impiegata part time nello studio di un commercialista, il mio stipendio non sarebbe bastato a coprire i costi dell’iter di una separazione, non dormivo la notte chiedendomi come fare, e tutto ciò non faceva che rendere tutto più complicato, tutto più difficile!”.

La soluzione… all’improvviso

Un mattino, una collega di lavoro alla quale Lara aveva confidato la sua disperazione, le aprì le porte a un mondo che non conosceva e che le avrebbe reso quel momento buio meno nero.

Le parlò di Tutela donna, un’assicurazione che offre alle donne una tutela legale gratuita per ogni tipo di evenienza, anche per la separazione.

“Non sapevo ci fosse questa possibilità, e devo ammettere che dopo aver stipulato questa assicurazione e i 4 mesi per l’entrata a regime del Servizio Tutela, la realtà ha iniziato a farsi sempre meno dura, ho iniziato a vedere le cose in maniera più serena, ma soprattutto, i costi per la separazione sono stati azzerati.

Investendo 140 euro per l’assicurazione ne ho risparmiati 6mila.

La Tutela entra a regime dopo 4 mesi, per separarmi ce ne sono voluti quasi 8 di mesi, tra vendere la casa, prenderne 2 separate e trovare un lavoro full time”.

Oggi Lara ha ripreso in mano la sua vita, ha trovato un nuovo compagno, è riuscita a trasformare il suo lavoro in un lavoro full time, e quel brutto momento appartiene solamente al passato.

Naturalmente nessuno può prometterti di non trovarti mai nella situazione di Lara, una separazione è qualcosa che può succedere a chiunque.  Anche a chi non è sposato ma ha figli: una separazione tra conviventi con figli è identica a una separazione tra sposati.

Puoi invece decidere di non doverti mai trovare nella situazione difficile di non sapere come affrontare tutte le spese che ne derivano. Decidere di volerti bene e di sentirti libera di fare le tue scelte senza il pensiero di non essere in grado di supportarle economicamente.