3 Buoni Motivi per Istituire dei Benefit Aziendali

Sempre più aziende negli ultimi mesi stanno richiedendo informazioni sulle soluzioni di welfare per i propri dipendenti. Perché lo stanno facendo? Non tutti sanno che attraverso dei benefit le aziende raggiungono più facilmente 3 importanti obiettivi.

 

Una piccola premessa. Il mondo del lavoro è cambiato radicalmente negli ultimi anni. Molte delle aziende che hanno superato la fase di recessione lo hanno fatto grazie al lavoro di squadra tra titolari e dipendenti, anche con qualche rinuncia da parte di entrambi, senza rivendicazioni, in attesa di tempi migliori. Il clima professionale che si respira nella maggior parte delle aziende che funzionano bene, oggi, non è quello basato dell’organizzazione verticale, ma un rapporto che va oltre.

Lo scambio denaro/ore di lavoro non è la sola cosa che conta: nel raggiungimento del successo aziendale  pesano molto anche la motivazione personale, il clima lavorativo e la serenità dei dipendenti.

Fatta questa introduzione è facile capire quale sia il primo buon motivo per istituire dei benefit aziendali.

1. Dipendenti più Motivati e Miglior Clima di Lavoro

Una squadra soddisfatta è fatta di persone che non cercheranno di andarsene altrove; grazie ai benefit aziendali aumenti il valore del contratto, ti garantisci dipendenti più fedeli e riduci il turnover. Poter contare su persone esperte nel loro lavoro, e non dover formare continuamente personale nuovo, è un vantaggio competitivo.

2. Aumento della Produttività Aziendale

Questo è un passaggio delicato. L’istituzione di benefit aziendali non significa aumentare automaticamente la produttività, ma creare il terreno fertile perché ciò avvenga. Questa è una conseguenza del miglioramento del clima di lavoro e di un aumento della serenità dei dipendenti. Ma è tangibile perché le aziende che attivano programmi di welfare hanno meno problemi a raggiungere gli obiettivi e registrano un aumento di produttività.

Questo perché accade? I programmi di Welfare e benefit aziendali vanno a colmare quei problemi che generano preoccupazione nelle famiglie dei tuoi dipendenti: spese sanitarie, pensione integrativa, spese per la formazione e lo studio dei figli, per esempio. Se questi bisogni vengono soddisfatti, l’attenzione dei tuoi dipendenti sarà rivolta agli obiettivi professionali.

C’è anche un modo per sfruttare il welfare in modo incentivante, ovvero vincolando alcuni benefit al risultato o a degli obiettivi da raggiungere.

3. Attraverso il Welfare Risparmi sulle Tasse

La terza buona ragione per attivare un programma di Welfare è risparmiare sulle tasse. Grazie alla legislazione incentivante, le più svariate forme di benefit sono completamente detassate a differenza dei premi in denaro.

Oltre alle tipologie tradizionali citate prima (che sono anche le più frequenti) sono inclusi viaggi, contributi per scuole, corsi di formazione, sport. Tutto ciò costituisce un miglioramento della qualità della vita dei dipendenti a un costo molto inferiore rispetto all’assunzione di personale in più e completamente detassato.